Mercoledý 11 Maggio 2022 - c/o Libreria Rinascita - Via Antonio Gramsci, 334 - Sesto Fiorentino

Ferito a morte - di Raffaele La Capria


Mercoledì 11 Maggio 2022

ore 21:00

presso la Libreria Rinascita di Sesto Fiorentino

(Via Antonio Gramsci, 334)

 il Salotto Conti discuterà sul libro:

 Ferito a morte
di Raffaele La Capria

Ferito a morte

Autore:         Raffaele La Capria
Editore:        Mondadori
Collana:        Oscar moderni
Edizione:     2
Anno edizione:       2016
Formato:     Tascabile
In commercio dal: 19 settembre 2016
Pagine:         238 p.
EAN:              9788804670261





Vincitore premio Strega 1961


«Testimonianza vibrante di quegli irripetibili anni Cinquanta napoletani e italiani - teneri e sfacciati, avviticchiati e svaniti come i giri di un cavatappi - e fedelissima alle loro sfumature più dolorosamente superficiali ed effimere, Ferito a morte è anche un classico. È un libro straordinario, che fonde perfettamente natura e storia, coerenza strutturale della costruzione narrativa e impalpabile poesia del fluire della vita, percezione sensibile e critica politica, l’istante atemporale dell’epifania esistenziale e la storicità (entrambi incarnati in una Napoli mitica e reale), pessimismo e felicità, compresenti nel cuore come nella seduzione del mare, fisicità immediata e riflessione.» Claudio Magris


Raffaele La Capria

Libri di Raffaele La Capria

Raffaele La Capria

1922, Napoli

 

"La parte biografica e indispensabile, e richiesta.
Benissimo, allora diciamo: Nato a Napoli nel 1922.
E poi? Poi niente. Quando mai a uno scrittore italiano capitano nella vita cose ed eventi memorabili, da raccontare? lo non sono stato cercatore d’oro in Alaska come London, non ho dato la caccia alle balene come Melville, non ho attraversato un tifone con un veliero come Conrad, non ho venduto armi a un ras abissino come Rimbaud, non ho percorso a piedi la Patagonia o l’Australia come Chatwin... E allora? Cosa diciamo? Diciamo che gli scrittori italiani sono quasi tutti sedentari e casalinghi, e lo restano anche se viaggiano occasionalmente qua e la.
E così sono stato io. Nient’altro da aggiungere? Possibile che nella tua vita non ci sia proprio niente? Beh, ci sono tante cose, gli amori, gli affetti, i sentimenti, e anche qualche evento memorabile: ma per me, non per gli altri.
Gli altri devono contentarsi dei miei libri dove leggendo attentamente c’è anche qualcosa della mia vita."
(da Autopresentazione, in Conversazione con Raffaele La Capria. Letteratura e sentimento del tempo - Edizioni Omicron 1995)

Tra le opere: Un giorno di impazienza (Bompiani 1952); Ferito a morte (Bompiani 1961); Amore e psiche (Bompiani 1973); False partenze (Bompiani 1974 - Mondadori 1995); Fiori giapponesi (Mondadori 1979, 1989); Tre romanzi di una giornata (Einaudi 1982); L’armonia perduta (Mondadori, 1986); La neve del Vesuvio (Mondadori 1988); Letteratura e salti mortali (Mondadori 1990); Capri e non più Capri (Mondadori 1991); L’occhio di Napoli (Mondadori 1994); L’apprendista scrittore (Minimum Fax 1996); La mosca nella bottiglia (Rizzoli 1996); Opere (Mondadori Meridiani 2003); L’estro quotidiano (Mondadori 2005); Guappo e altri animali (Mondadori 2007); Chiamiamolo Candido (L’Ancora del Mediterraneo 2008); A cuore aperto (Mondadori 2009); Esercizi superficiali (Mondadori 2012).



© 2010-2022 - Salotto Conti - C.F. CNTGNN51CO8D612D