Vite fragili


I dieci racconti qui presentati sono i finalisti del settimo concorso letterario dell’Istituto Gramsci-Keynes di Prato, una tradizione, ormai, fra le attività della scuola.
Le ragioni di questa iniziativa, un po’ insolita in un istituto tecnico, sono: innanzitutto cercare di stimolare la creatività dei ragazzi inducendoli ad affrontare con piacere la scrittura di testi propri e la lettura di quelli altrui, in secondo luogo si vuole motivarli all’acquisizione e all’arricchimento di un bagaglio linguistico.
I risultati di anno in anno ci hanno sempre più entusiasmato, sia per la quantità di racconti presentati che per il livello raggiunto.
Abbiamo offerto agli studenti durante l’anno scolastico 2007-2008 un corso di scrittura creativa tenuto da Enzo Fileno Carabba e indubbiamente il contatto con lo scrittore di mestiere ha galvanizzato molti ragazzi, spingendoli a produrre lavori complessivamente elogiabili.
Gli autori dei brevi racconti sono molto giovani e a volte ingenui, ma spesso ho potuto scorgere, con indubbio piacere da lettrice di testi narrativi, spunti di originalità e trovate congeniali.
È comunque stimolante – sia come insegnante che più in generale come adulto – vedere i loro sforzi, seguire i loro sogni e le loro ambizioni e, per quanto possibile, incoraggiarli nel loro percorso.
Mi auguro che questa pubblicazione, per la quale ringrazio l’interessamento di Antonio Pagliai di Polistampa, sia per loro la giusta gratificazione e un’ulteriore spinta a continuare a leggere, a scrivere e a coltivare la propria creatività, certa di offrire al lettore possibili, preziosi, futuri talenti.

Antonella Naro


Testi di: Sara Berti, Valentina Casula, Silvia Naddeo, Natasha Cogoni, Martina Maiani, Guendalina Mefiti, Rossella Motti, Victoria Pascarella, Silvia Razekova, Jessica Scafetta.

 


Se vuoi acquistarlo



     

 
© 2010-2020 - Salotto Conti - C.F. CNTGNN51CO8D612D