Sabato 19 Maggio 2012 - Prato

Diario del Premio 2011/2012


 21 maggio


Nessuna paura! Non vi abbiamo abbandonato.
Per non tediarvi, vi raccontiamo in estrema sintesi la giornata conclusiva del Premio Arte di Parole, che è stato assegnato al teatro Metastasio di Prato il 19 maggio.
In linea con gli intenti dell’ideatore Gianni Conti, si sono susseguiti sul palco musica, parole e recitazione, in una riuscita contaminazione artistica. A proposito delle parole, si sono susseguiti interventi pregevoli, o per lo meno intriganti, di Umberto Cecchi, Gianni Conti, Francesco Recami e Maria Grazia Tempesti, e dei nostri illustri ospiti Loredana Lipperini e Carlo Pestelli.
Sempre per non tediarvi, riassumiamo il grumo degli interventi. Tutti hanno fatto riferimento al tragico evento di Brindisi e hanno elogiato l’importanza di rispondere con giovani fertili menti alla paura che si può scatenare in un clima di violenza criminosa. Poi altre parole si sono susseguite, quelle di Anna Beltrame, di Claudio Caponi e di Ferdinando Albini, non tutte concordi nell’elogiare in modo incondizionato l’iniziativa, ma in ogni caso propense a riprovarci con una nuova parola chiave: "L’attesa".
Anche negli interventi dei primi 6 ragazzi premiati, sono emerse chiare note di soddisfazione per essere presenti in un contesto di festa culturale e per aver profuso capaci energie nella scelta di ideazioni, motivate con apprezzabile e divertente amor proprio.
La celebrazione si è conclusa con la lettura di alcuni stralci dei primi 3 racconti da parte dell’attore Francesco Borchi, accolta da un caldo applauso del pubblico presente, ma soprattutto dal calore festante dei parenti e dei professori dei vincitori, che hanno contribuito con le loro osservazioni successive, a nobilitare un’iniziativa che a nostro parere - e vi assicuriamo, non siamo di parte - merita di essere riproposta e forse, di essere migliorata con una novità che possa lasciarvi tutti quanti soddisfatti e perché no! stupiti.

P. S.
Vi ricordiamo che i 15 racconti premiati saranno editi presso Polistampa entro settembre. Ci raccomandiamo di comprare numerose copie attraverso le librerie o la rete!

Il bando del II Premio Letterario Nazionale per le scuole secondarie di secondo grado Arte di Parole uscirà entro la fine di ottobre. Accettiamo con piacere suggerimenti e contributi di varia natura.

Nella foto il "Cenciaiolo" di Piero Caverni, scultura simbolo del Premio Arte di Parole.


15 aprile

I giurati esterni hanno inviato le loro valutazioni e le loro classifiche. Il Presidente del Premio Francesco Recami, l’Ideatore Gianni Conti e il Segretario Walter Scancarello hanno messo in fila i partecipanti dopo aver deciso di assegnare i seguenti voti: 15 al primo classificato di ogni giurato, 13 al secondo, 11 al terzo, 9 al quarto, 8 al quinto, 7 al sesto, 6 al settimo, 5 all’ottavo, 4 al nono, 3 al decimo, 2 all’undicesimo e 1 al dodicesimo.
I giurati interni hanno assegnato i premi della giuria dal primo al terzo. I premiati risultano 4, essendoci un ex-aequo al terzo posto. Constatata la qualità dei racconti è intervenuto, a scopo motivazionale, l’Ideatore Gianni Conti, che ha previsto di assegnare ai premiati della giuria un rimborso così ripartito: 120 euro al primo, 100 al secondo, 80 euro a testa ai terzi classificati.
Tutti i ragazzi premiati verranno avvertiti telefonicamente entro la fine del mese di aprile.
Entro il 25 aprile su questo sito sarà pubblicata la classifica dal diciassettesimo al cinquantaduesimo per consentire ai presidi, ai professori e agli allievi che potessero e volessero presenziare alla giornata di premiazione, che si svolgerà dalle 10 alle 13 del 19 maggio al teatro Metastasio di Prato, di organizzarsi per tempo.   

P. S.
L’organizzazione nel suo complesso si complimenta con i partecipanti, i loro professori e le scuole per la serietà, la correttezza e la qualità dei lavori fatti pervenire, il che testimonia, forse, che la Scuola Italiana non rispecchia le tinte fosche con le quali a volte qualcuno tende a dipingerla.  Lo possiamo affermare perché è stato preso in visione il 4,5 per cento delle scuole di ogni regione italiana, e questo è un dato consistente e confortante. In fondo molti ragazzi, proprio grazie alla scuola, scrivono bene (o quasi).
L’organizzazione inoltre, appurato il valore educativo e creativo dell’iniziativa e il successo registrato, ha deciso, contando ancora sul supporto dell’I.S.I.S. Gramsci/Keynes, del Comune di Prato e della Fondazione Cassa di Risparmio di Prato, di annunciare nella giornata del 19 maggio la IV edizione del Premio, che riguarderà ancora le scuole nazionali e farà capo a un tema nuovo, scelto come quest’anno da Francesco Recami che lo lancerà durante la premiazione.



6 marzo

Vista la qualità dei racconti, il Presidente Francesco Recami e l’Ideatore Gianni Conti hanno invitato la giuria interna a inserire ulteriori racconti meritevoli di attenzione. Da mercoledì i 13 giurati interni riceveranno 52 racconti selezionati che saranno riletti e votati individualmente da ciascun giurato.
Entro il 27 marzo saranno scelti i 12 racconti finalisti e saranno assegnati i 3 premi della giuria ai primi esclusi. 
Giovedì 29 marzo i primi 12 racconti saranno inviati ai giurati esterni che stileranno una loro personale classifica dal primo al dodicesimo con qualche riga di annotazione su ciascun racconto.
I 12 ragazzi vincitori più i premiati dalla giuria saranno avvertiti telefonicamente entro la prima settimana di maggio.



27 febbraio

L’Ideatore del Premio Gianni Conti e il Presidente del Premio Francesco Recami stanno coordinando la commissione interna che sarà composta da 13 persone, 6 adulti e 7 giovani universitari reduci dal corso di scrittura "Salotto Scrittura".
Gli elaborati saranno consegnati insieme alle regole di valutazione entro mercoledì 23 febbraio.
Sabato 25 febbraio sarà inviata a tutti i partecipanti una mail di conferma che conterrà un semplice questionario informativo.
La prima scrematura, dalla quale saranno selezionati 39 racconti, si concluderà entro lunedì  5 marzo. Il 7 marzo saranno distribuiti agli stessi 13 giurati e ognuno dovrà dare una valutazione dal primo al trentanovesimo senza ex-aequo.
Entro il 27 marzo ci saranno i 12 racconti finalisti e saranno assegnati i 3 premi della giuria ai primi esclusi. Giovedì 29 marzo saranno inviati ai giurati esterni che stileranno una loro personale classifica dal primo al dodicesimo con qualche riga di annotazione su ciascun racconto.
La classifica finale sarà definita entro la fine di aprile per potere organizzare al meglio la premiazione che si terrà sabato 19 maggio alle 10,00 al Teatro Metastasio di Prato alla presenza delle personalità coinvolte.




     

 
© 2010-2020 - Salotto Conti - C.F. CNTGNN51CO8D612D